Elezioni in Emilia Romagna: chi ha vinto a Bibbiano?

Nella città simbolo della propaganda locale di Salvini ha vinto il PD

Foto Stefano Cavicchi / Lapresse 26/01/2020 Bologna / Bo / Ita politica Elezioni Emilia Romagna - Lucia Borgonzoni al seggio presso la scuola De Amicis di via Galliera a BolognaNella Foto la mano di Lucia Borgonzoni al VotoPhoto Stefano Cavicchi / Lapresse January 26, 2020 Bologna / Bo / Ita politica The elction day, polling station in Bologna De Amicis school In The pic Lucia Borgonzoni

(BV) Bibbiano, negli ultimi mesi, è stato un nome più volte al centro dell’attenzione non solo per motivi giudiziari, ma anche per la vivace campagna di Matteo Salvini, che ha messo la vicenda del paese reggiano al centro della sua lotta politica per le elezioni regionali.

Come hanno risposto le urne? Con un risultato che ha sorpreso molti. Vediamo i dettagli nelle prossime righe.

risultati bibbiano

Il PD supera il 40%

Le urne di Bibbiano hanno risposto mettendo in primo piano una netta prevalenza del Partito Democratico. Il paese reggiano, al centro del nuovo capitolo dell’inchiesta “Angeli & Demoni”, ha infatti espresso una preferenza chiara, orientando il 56,7% dei voti verso la coalizione di centro sinistra, in lista per sostenere Stefano Bonaccini.

Entrando nel dettaglio ricordiamo che il Partito Democratico ha conquistato il 40,7% delle preferenze. Secondo posto per la lista “Bonaccini Presidente”, che ha ottenuto 328 voti.

LEGGI ANCHE: Salvini: “Per fortuna abbiamo perso, altrimenti che noia, no?”.

I risultati della Borgonzoni

Nel paese simbolo della propaganda politica di Matteo Salvini, Lucia Borgonzoni è stata scelta come presidente della Regione dal 37,4% degli aventi diritto. In questo caso, a guidare le liste che sostenevano la candidata di centro destra c’è la Lega, seguita da Fratelli d’Italia.

Come è andato il Movimento 5 Stelle a Bibbiano?

Simone Benini, candidato governatore presentato dal Movimento 5 Stelle, ha preso invece il 4,3% dei voti. L’apicoltore di Cesenatico, classe 1970, si è detto soddisfatto del risultato e, commentando i numeri, ha affermato che a sparire è stata Forza Italia.

La città simbolo delle due campagne

Quelle appena archiviate in Emilia Romagna sono state elezioni all’insegna, almeno dal punto di vista della comunicazione, del bipolarismo tra Salvini e la sinistra. Attori fondamentali – ringraziati anche da Nicola Zingaretti – sono stati gli esponenti del Movimento delle 6.000 sardine, che hanno scelto sempre Bibbiano per la chiusura della campagna elettorale (eventi che, secondo Gad Lerner, hanno reso Bibbiano protagonista di una “serata simbolo” con due piazze fisiche contrapposte tra loro).

Gli insulti social

Ai risultati elettorali di Bibbiano ha purtroppo fatto seguito un’ondata di insulti social. Sono stati infatti diversi i contenuti che, sia su Twitter sia su Facebook, hanno visto i cittadini del Comune della Val D’Enza oggetto di ingiurie a dir poco pesanti.

LEGGI ANCHE: Le richieste al governo italiano dal Christian Day a Roma.