Eliana Michelazzo shock: “Mark e il mio compagno non esistono”

Durante la sua ospitata a ‘Live-Non è la D’Urso’, la ormai ex socia della Perricciolo ha rilasciato delle dichiarazioni sconvolgenti.

Mark Caltagirone non esiste. Almeno per Eliana Michelazzo. Lo ha detto chiaramente ieri sera a ‘Live-Non è la D’Urso’ dove è stata ospite subito dopo la messa in onda della sua intervista-confessione tanto attesa.

Ho mentito – ha detto la donna in diretta – quando ho detto di averlo incontrato. Quello che ho visto una sola volta di persona, e poi altre volte in video o in foto, non è l’uomo di cui si parla. Quello che la Prati avrebbe dovuto sposare. Lo confesso e chiedo di essere aiutata da un medico perché sono fuori di me e la mia vita è andata in pezzi. Ho realizzato di essere una vittima io per prima e sto vivendo un incubo. Io sono stata raggirata”.

Ma la bomba mediatica non è questa perché in fondo dell’inesistenza del futuro sposo di Pamela Prati si parlava da tempo. A fare scalpore, infatti, è stata un’latra confessione della Michelazzo e che riguarda la sua vita privata.

Sono 10 anni che mi considero sposata con un uomo. Un uomo che ho amato follemente. La vede questa fede? Io mi considero la moglie di Simone Coppi. Ho fatto persino sesso con lui, via social. Ho capito ora che non esiste, solo quando ho sentito le storie di Manuela Arcuri e Sara Varone. Pamela Perricciolo mi ha presentato questo ragazzo bellissimo via Facebook, dicendomi che era un suo amico d’infanzia. Mi ha raccontato la sua storia, che era un magistrato antimafia e che per questo non poteva farsi vedere in giro. Ci ho creduto. Ho persino parlato (via social, ndr) con i suoi parenti. Ho il suo nome tatuato sul braccio.  Credo di aver bisogno di uno psichiatra per capire come sia stato possibile”.

Non solo. In ballo è stata tirata anche Barbara D’Urso. Per rendere la storia più credibile, infatti, Simone Coppi avrebbe raccontato alla Michelazzo di un suo cugino fidanzato con una gelosissima Barbara D’Urso.

Poi Eliana ha anche rivelato di aver denunciato l’amica e socia Pamela Perricciolo: “L’ho denunciata perché tutto questo l’ha creato lei. O lei o qualcuno dietro di lei. E lei ce lo deve dire chi è”.

Intanto, secondo quanto dichiarato dalla ex corteggiatrice Federica Benincà, c’è un inquietante retroscena che riguarderebbe i presunti figli in affido della coppia Prati-Caltagirone.

Il gossip qui è altamente superato – ha detto a ‘Novella 2000’ – qui si parla di un bambino che non esiste, che deve fare la chemioterapia ed è stato utilizzato come scusa per non pagare i fornitori. Si parla di una denuncia dove viene citato Mark Caltagirone, che è un personaggio che non esiste. La Polizia avrebbe indagato sull’esistenza dei figli di Pamela. La bambina risulterebbe esistere ed è la figlia di un avvocato di Cagliari. Il bambino, invece, sembrerebbe, quindi non si ha la certezza, essere il nipote di una delle due agenti”.

E in tutto questo il sito ‘Dagospia’ lancia una (altra) bomba che potrebbe spiegare in parte quello che sta succedendo.

Non ce la facciamo più a sentire le boiate di Eliana Michelazzo – si legge sul sito – il trio ha ormai perso ogni diritto alla privacy: lei e la Perricciolo sono lesbiche, sono state insieme per anni, vivono insieme e insieme hanno gestito i finti profili, usati per ricattare star, starlette e politici – Simone Coppi nacque per coprire la sua bruciante sconfitta a ‘uomini & donne’ e l’amore saffico – Pamela Prati è piena di debiti da bingo e, plagiata o no, si è messa in mano al duo”.

Secca la smentita della Michelazzo in merito alla sua omosessualità.

Leggi anche: Caso Pamela Prati, arriva la rivelazione shock di Manuela Arcuri.