L’annuncio di Elio e le Storie Tese: “A dicembre l’ultimo concerto”

Martedì 19 dicembre, a Milano, ci sarà l’ultimo concerto di Elio e le storie tese.

Lo hanno comunicato gli stessi tre componenti della band – Elio, Cesareo e Faso – a Le Iene, affermando che “dopo scadremo come la mozzarella, anche se sarà possibile consumarci ancora alcuni giorni dopo“.

Elio ha affermato che “è importante capire quando dire basta e passare a qualcos’altro ci vuole l’intelligenza di capire di essere fuori dal tempo; youtuber, rapper, influencer, queste sono le persone che parlano ai giovani oggi“.

Elio se l’è presa anche con la stampa musicale “che non serve a niente soprattutto se è in mano a gente che non sa neanche cos’è un do” e ha ricordato il giorno più triste, ovvero “quando è morto Feiez, che è morto sul palco insieme a noi: una cosa terribile ma allo stesso tempo fantastica perché muori mentre fai la cosa che ti piace più al mondo“.

IL GRUPPO

Il gruppo musicale è stato fondato a Milano nel 1980 da Stefano Belisari, in arte Elio.

La popolarità nazionale è cresciuta grazie alla partecipazione in molti programmi televisivi, tra cui soprattutto Mai dire Gol della Gialappa’s Band e Zelig.

Nel 1996 il gruppo si classificò secondo al Festival di Sanremo con il brano La terra dei cachi, vincendo anche il premio della critica ‘Mia Martini’.

Nel 1999 ricevono a Dublino il premio come best italian act agli European Music Awards di MTV e nel 2003 il premio “miglior videoclip” agli Italian Music Awards della FIMI.

Nel 2011 sono stati incoronati da Rockol e dai suoi lettori come “artisti italiani del decennio 2001/2010“. Nel 2012 vincono il referendum promosso dal Mei eleggendoli artisti simbolo della musica indipendente italiana. Tutti i loro album sono diventati disco d’oro in Italia.

Nel 2013 Nel 2013 partecipano per la seconda volta in carriera al Festival di Sanremo, dopo 17 anni d’assenza, classificandosi nuovamente secondi con il brano La canzone mononota e vincendo di nuovo il Premio della critica “Mia Martini”, quello per il “Miglior Arrangiamento” e il “Premio della Sala Stampa Radio, Web e TV”