Elisabetta Gregoraci, parla ancora Mino Magli: “Andava in ospedale da Briatore e poi a letto con me”

Lo stilista ha scritto una lettera al settimanale Oggi.

FOTO: ANSA/ETTORE FERRARI

Mino Magli, presunto ex di Elisabetta Gregoraci, è tornato a parlare del rapporto con la conduttrice ed ex moglie di Flavio Briatore. Lo ha fatto, a diverse settimane dall’ospitata nel salotto di Live non è la D’Urso, con una lettera al settimanale Oggi.

Mino Magli: gli aneddoti sul passato con la Gregoraci

Tra le righe della missiva inviata al settimanale, lo stilista, che avrebbe a suo dire iniziato la sua relazione con la Gregoraci nel 2001, ha condiviso diversi aneddoti sul loro passato.

Ricordo molto bene il periodo quando Flavio Briatore era ricoverato in una clinica a Roma, zona Parioli, quando Eli pur vestendo gli abiti da dedita crocerossina, non appena varcava la soglia di uscita dalla clinica mi chiamava euforica e al grido ‘finalmente sono liberaaaaaa’ e si precipitava tra le mie braccia per trascorrere tutta la notte insieme.

LEGGI ANCHE: GF Vip: Elisabetta Gregoraci e l’affaire Mino Magli

Mino Magli ha ricordato anche il giorno in cui ha accompagnato l’attuale inquilina della casa più spiata d’Italia in Piazzale Clodio presso la sezione penale del Tribunale di Roma ai tempi del suo coinvolgimento nell’inchiesta Vallettopoli.

Vero e proprio fiume in piena, Magli ha parlato anche di una sera in cui, assieme alla Gregoraci, a seguito di una chiamata di Briatore è stato costretto a uscire velocemente da un cinema per dare modo alla conduttrice di arrivare a casa e di accogliere l’ex marito dicendo di essere appena uscita dalla doccia.

L’unico mio intento è quello di ottenere un confronto con Elisabetta per guardarla negli occhi e chiederle per quale motivo ha mentito senza pudore durante il nostro rapporto…

Non resta che attendere una eventuale replica della condutrice che, in questi giorni, nella casa si sta scontrando aspramente con Selvaggia Roma.

LEGGI ANCHE: Simona Ventura a processo per evasione fiscale: “Non ho colpe”