Ennesimo “sVARione” in Inter – Atalanta: non si placano le polemiche

Lautaro Martinez ferma Toloi in modo irregolare dentro l’area di rigore. Grave errore per l’arbitro Rocchi

lautaro blocca toloi polemiche

Ennesima giornata al veleno, l’ultima del girone di andata del campionato di serie A che si concluderà con Parma – Lecce nel Monday Night.
“Il var nasce per restituire credibilità al calcio” disse il designatore degli arbitri di serie A, Nicola Rizzoli ma, ad oggi, così non è stato. Anche in questa giornata non sono mancate le polemiche per l’ennesimo non intervento del VAR.

Questa volta è accaduto durante l’anticipo del sabato sera Inter – Atalanta. Protagonisti dell’episodio il duo Rocchi – Irrati, rispettivamente il miglior arbitro di serie A ed il miglior interprete in cabina di regia VAR.

Al minuto 39 del primo tempo, nell’area di rigore dei nerazzurri interisti, Toloi cade a terra a seguito di un presunto contatto con Lautaro Martinez. Per Rocchi non c’è nulla ed assegna il calcio d’angolo a favore dell’Atalanta. Numerose le proteste degli atalantini che chiedono a gran voce l’intervento del VAR. In diretta la dinamica non chiarisce l’accaduto, diversa e abbastanza chiara, invece, la moviola che evidenzia come Lautaro Martinez, nel modo di cadere, afferri la gamba di Toloi trascinandolo a terra. Azione che sarebbe dovuta concludersi con conseguente rigore per l’Atalanta ed espulsione per il giocatore interista.

View this post on Instagram

‪#InterAtalanta, grosse proteste sul finire del primo tempo della squadra di #Gasperini: #LautaroMartinez “placca” così #Toloi a un metro dalla porta (📸 fonte Sky). Tutte le moviole nel post partita sono d’accordo: rigore e cartellino rosso! Grave errore del #Rocchi, coperto, senza troppe colpe in questo caso).‬ . 👉 Ricordiamo che il “adesso se c’è rigore non si da più il cartellino rosso” non esiste: in caso venga impedita la segnatura di una rete (D.O.G.S.O.) senza possibilità di contendere il pallone all’avversario o di intervenire su di esso, il cartellino rosso è ancora la scelta corretta. 👨‍🏫 @erroriarbitrali . . . . . . . . . . #SerieATIM #seriea #inter #fcinter #fcinternazionale #fcinter1908 #amala #forzainter #atalanta #bergamo #atalantabc #goatalantago #papugomez #ilicic #muriel #lautaro #lukaku #handanovic #bastoni #brozovic #antonioconte #juventus #acmilan #buongiorno

A post shared by Errori Arbitrali Official (@erroriarbitrali) on

Come riportato dalle maggiori testate giornalistiche sportive, la dinamica è abbastanza chiara e allora le domande sorgono spontanee: perché il VAR non è intervenuto? Quali sono gli elementi che hanno determinato la regolarità dell’intervento? Ma soprattutto: il VAR ha davvero restituito credibilità al calcio?

Non sappiamo quali valutazioni siano state fatte né cosa abbia influito su di esse ma, per limitare le continue polemiche, perché l’associazione degli arbitri non rilascia una lista ufficiale, al termine di ogni giornata, con le motivazioni degli interventi presi dal VAR?

Il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini ha commentato così al termine della partita:

Non ho capito perché non è stato dato. Mi dispiace, sono gravi queste cose. Questi errori con immagini così non dovrebbero esserci. Mi dispiace per chi era al Var, ma queste cose tolgono valore ad uno strumento come il Var. Il Var su questi casi clamorosi dovrebbe intervenire, è incomprensibile. Lo vedono tutti e il Var non lo vede

LEGGI ANCHE: Calciomercato: chi è Asmir Begovic, il nuovo portiere del Milan