Enrico Bucci sul video del Tg Leonardo: “Il Covid-19 non è quello creato dai cinesi nel 2015” (VIDEO)

Non si tratta di una fake news, ma non ha nulla a che vedere con il Coronavirus che stiamo combattendo oggi.

Enrico Bucci
Enrico Bucci

È diventato virale, su Facebook, Twitter, ha fatto il giro del web, passando per le chat private. È un servizio andato in onda nel 2015 su Rai Tre, durante una puntata del Tg Leonardo. Si parla di Coronavirus, di topi e della sua creazione in laboratorio per la ricerca scientifica. C’è chi parla di complotto da parte della Cina e chi di fake news. Enrico Bucci cerca di fare un po’ di ordine su quanto sinora detto.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Angelo Borrelli negativo al tampone

Le similitudini con il Coronavirus che sta mettendo a dura prova l’intero pianeta ci sono. Ascoltando il servizio, il nome è lo stesso, la fonte anche (i roditori) e sarebbe stato creato in laboratorio per poterlo studiare, in Cina poi. Ma gli allarmismi non aiutano a mantenere la lucidità necessaria che serve in questa fase delicata della vita di tutti.

Gli scienziati, infatti, rassicurano. Si è già parlato del virus in relazione a cani e gatti: non è lo stesso, è un’altra versione del Coronavirus e soprattutto non è possibile che Fido e Miao lo trasmettano all’uomo (semmai il contrario).

Lo stesso vale per quello creato nei laboratori cinesi. L’epidemiologo Enrico Bucci rassicura in merito: «Il Covid-19 non è quello creato dai cinesi nel 2015». E ancora: «Il virus creato nel 2015 non aveva capacità epidemica. Inoltre è indubbio che il Covid-19 non è stato creato in laboratorio ma è frutto di una selezione naturale».

LEGGI ANCHE: Vitamina C contro il Coronavirus, la cura degli ospedali di New York (VIDEO)

Anche la Rai, attraverso una nota ufficiale, cerca di fare chiarezza e parla di confusione e inutile allarmismo. Le due cose non sono collegate. Ma a smentire l’ipotesi è stato anche il virologo Roberto Burioni, da diverso tempo in prima linea in difesa dei vaccini e adesso contro il Covid-19. Su Twitter scrive: «L’ultima scemenza è la derivazione del coronavirus da un esperimento di laboratorio. Tranquilli, è naturale al 100%, purtroppo».

La diffusione del video è stata tanto virale da causare l’intervento Matteo Salvini su Facebook: «Dal Tg3 Leonardo del 16 novembre 2015 un servizio su un supervirus polmonare Coronavirus creato dai cinesi con pipistrelli e topi, pericolosissimo per l’uomo (con annesse preoccupazioni). Dalla Lega interrogazione urgente al presidente del Consiglio e al Ministro degli Esteri».

Ma un ulteriore chiarimento è arrivato da Alessandro Casarin, direttore della testata Tg Leonardo che ha mandato in onda il video nel 2015. «È tratto da una pubblicazione di Nature e, proprio tre giorni fa la stessa rivista ha chiarito che il virus di cui parla il servizio, creato in laboratorio, non ha alcuna relazione con il virus naturale Covid-19».

Nessuna fake news, quindi: la fonte è autorevole e la notizia vera. Ma non ha nulla a che fare con il nemico subdolo e invisibile che dobbiamo sconfiggere per tornare alla normalità. Si tratta di un virus naturale e ancora poco conosciuto.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cambia ancora il nuovo modulo per l’autocertificazione.