Enrico Montesano: “La mascherina è dannosa, respiriamo la nostra anidride carbonica”

L’attore romano ha espresso le sue posizioni nel corso di un’intervista a La Stampa.

Intervistato sulle pagine del quotidiano La Stampa, Enrico Montesano ha detto la sua in merito alla situazione sanitaria attuale, critica a livello internazionale. L’attore romano, star di tantissime commedie entrate nella storia del cinema, ha espresso una posizione molto critica verso le mascherine.

LEGGI ANCHE: Montesano: “Sono diventato vegano. Ora la mia salute va meglio”

Montesano: la critica alle mascherine

Io credo nel Coronavirus, credo che bisogna mantenere una giusta distanza dal nostro vicino perché alitare addosso alle persone è scorretto sotto tutti i punti di vista. Credo che le mascherine vadano portate nei luoghi chiusi, ma all’aperto non credo che ci proteggano dalle polveri sottili, dalle polveri d’amianto e dunque anche dal virus. Attraverso i tessuti passa tutto. Le mascherine sicure al 100% non ci farebbero neppure respirare.
Queste alcune delle dichirazioni rilasciate dal comico capitolino a La Stampa. Per queste affermazioni, che hanno fatto il giro del web, Montesano è stato fortemente criticato. L’attore, però, non si ritiene negazionista.
“Sono solo critico verso certe affermazioni apocalittiche perché sono un uomo curioso che non si ferma alla prima osteria ma vuole saperne di più”: questa la risposta di Montesano a chi lo ha definito negazionista. L’attore ha rincarato la dose dichiarando anche di non fidarsi dei medici scelti dalla tv, ma di professionisti come il professor Tarro, Citro e Montanari.