Esplosioni a Beirut, i morti sono più di 100 e i feriti oltre 4mila (VIDEO)

I dispersi al momenti sono circa 100. Nuovi video dell’inferno del Libano.

È di «oltre 4.000 feriti e più di 100 morti» il nuovo bilancio delle esplosioni di ieri a Beirut, in Libano. È quanto reso noto dalla Croce Rossa libanese secondo quanto riferiscono i media locali.

Inoltre, i soccorritori lavorano alla ricerca di circa 100 persone che risultano disperse e che potrebbero essere sotto le macerie, soprattutto nelle vicinanze del porto. Lo ha confermato all’agenzia DPA un funzionario della Protezione Civile.

«È la prima volta che vediamo gli ospedali dire ‘non possiamo più ricevere’ feriti», ha detto all’emittente locale LBCI il segretario generale della Croce Rossa libanese, George Katanah.

«Le operazioni di ricerca proseguono – ha continuato – ma la situazione è drammatica. È la prima volta che ci sentiamo impotenti». Inoltre, il capo della Difesa Civile, Raymon Khattar, interpellato da LBCI, ha detto che «le nostre squadre stanno cercano le vittime al mare», e anche «sotto le macerie», spiegando che la sua struttura «ha urgente bisogno di ingegneri e bulldozer perché diverse strutture sono in pericolo di crollo».

Si è appreso, infine, che alla magistratura libanese fu notificato per sei volte che il deposito di nitrato d’ammonio al porto di Beirut era pericoloso e che i funzionari della dogana avevano chiesto di trasferire il materiale. Lo ha detto alla tv Lbci il direttore generale delle dogane libanesi, Badri Daher, secondo quanto riferisce al Arabiya, ma l’autorizzazione non venne mai concessa.

LEGGI ANCHE: Esplosione a Beirut, sale il bilancio delle vittime e dei feriti (VIDEO).