Eurovision Song Contest 2019, Mahmood sbuffa ai giornalisti: “Sono italiano e cristiano”

L’artista in gara per l’Italia ha dovuto fare i conti con alcune domande inopportune.

mahmood

Non solo la tensione per l’esibizione nella finale di una delle kermesse più famose, ma anche lo stress delle domande inopportune dei giornalisti. Insomma, per Mahmood l’esperienza a Tel Aviv per l’Eurovision Song Contest 2019 si sta rivelando più impegnativa del previsto.

I giornalisti stranieri, infatti, sembrano interessati più alle sue origini egiziane che alla sua musica, complice anche il fatto che il Festival di quest’anno si sta svolgendo in un paese ‘caldo’.

Mahmood è italiano. È figlio di una italiana e di un egiziano, ma è nato e cresciuto in Italia. Tuttavia questo dettaglio sembra non essere stato assimilato da chi in conferenza stampa gli ha chiesto “Stai facendo il Ramadan?”, “Come ti senti ad essere un cantante egiziano che canta in arabo in Israele?”.

Io sono cristiano – ha risposto l’artista con stoico atteggiamento – e sono italiano al 100%. Vivo con mia madre, quindi mi sento un italiano che si esibisce in Israele“.

Un giornalista gli ha anche chiesto se vive in un ghetto (probabilmente riferendosi al verso della sua canzone ‘Soldi’ in cui canta “in periferia fa molto caldo, mamma stai tranquilla sto arrivando”).

Preferisco non fare distinzioni. Sono nato a Gratosoglio – ha evidenziato Mahmood – periferia di Milano. Per me non fa alcuna differenza vivere lì o in un altro posto. La vita è la stessa“.

Gaffes a parte, il rapper in queste ore si sta preparando alla finale di sabato, anche se ha potuto già rompere il ghiaccio ieri sera durante la seconda semifinale che ha visto esibirsi sul palco gli artisti già qualificati ‘d’ufficio’. Il pubblico ha mostrato di aver gradito l’esibizione e il ‘clap clap’ del ritornello è riuscito a coinvolgere la platea.

Noi dall’Italia facciamo il tifo per lui e incrociamo le dita, anche se per i bookmaker il favorito rimane Duncan Laurence (Paesi Bassi).

Per quanto riguarda la seconda semifinale di ieri, questi sono i paesi che si sono qualificati: Macedonia, Paesi Bassi, Albania, Svezia, Russia, Azerbaijan, Danimarca, Norvegia, Svizzera, Malta. Fuori dai giochi, invece, Armenia, Irlanda, Moldavia, Lettonia, Romania, Austria, Croazia e Lithuania.

Leggi anche: Mahmood: vita privata, carriera privata, amori.