Fabrizio Corona fuori dal carcere: starà in comunità

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ci ha ripensato: Fabrizio Corona può uscire dal carcere. Ma ci sono delle severe condizioni.
Il giudice Simone Luerti, infatti, ha detto sì alla scarcerazione dell’ex re dei paparazzi ma solo per farlo ritornare in una comunità terapeutica di Limbiate (Milano) e liberarsi dalla dipendenza psicologica della droga.

Si tratta della stessa richiesta inoltrata tempo fa per mandare Corona in una comunità del Bresciano, richiesta respinta lo scorso 13 settembre dal giudice Beatrice Costi che sosteneva la “attuale pericolosità sociale” del detenuto.

Adesso, invece, è arrivato il dietrofront. Ma d’ora in poi le giornate dell’ex fotografo saranno scandite da ritmi serrati e precisi, e si svolgeranno così: trascorrerà il giorno nella comunità seguendo un percorso terapeutico finito il quale dovrà tornare nella propria abitazione milanese dalla quale non potrà uscire se non per recarsi, appunto, in comunità.

Corona, dunque, potrà ritornare nella sua casa di via De Cristoforis, nonostante qualche mese fa fosse stata posta sotto sequestro dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Milano. Subito dopo il sequestro, infatti, l’amministrazione giudiziaria aveva deciso di affittarla e si era fatta avanti Silvia Provvedi, la compagna dello stesso Corona.