Fabrizio Corona: “Io come Padre Pio”

Dal carcere al misticismo il passo è breve. Almeno per Fabrizio Corona. L’ex re dei paparazzi, infatti, oggi si sente un po’ come Padre Pio. Lo ha dichiarato lui stesso in un’intervista rilasciata ad ‘ArtsLife’.

Lui è stato un perseguitato come me – ha dichiarato – e come me era ossessionato dal danaro, anche se per motivi diversi. Chiedeva soldi a tutti, benestanti e non, per costruire l’ospedale più all’avanguardia d’Europa. Era un ambizioso e ha lottato contro tutti. Lo ripeto, io mi rivedo in lui, pur se in forma diversa”. E meno male che la ‘forma’ è diversa.

Il merito di questa ‘svolta religiosa’ va ai mesi passati in carcere. Dietro le sbarre ha avuto modo di conoscere l’arte di Alessandro Giorgetti. In particolare Corona è rimasto ‘folgorato’ dalle banconote con il volto del Santo di Pietrelcina che l’artista ha realizzato per il progetto ‘Mille preghiere per noi’.

In carcere – ha raccontato – avevo letto su una rivista che c’erano queste banconote col volto del santo e ne sono rimasto colpito. E mi hanno emozionato le motivazioni che hanno spinto l’artista a volerle creare. Quando l’ho incontrato ho provato una sensazione indescrivibile nel vederle dal vivo. Oggi sento che mi rappresentano appieno e ringrazio il Maestro Alessandro Giorgetti per averle concepite”.

Per la cronaca, Appena uscito dal carcere, l’ex fotografo ne ha acquistata una al prezzo di 9mila euro.