Fabrizio Corona non torna in carcere: per lui solo una diffida

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha deciso: Fabrizio Corona non tornerà in carcere. Tira, dunque, un sospiro di sollievo l’ex re dei paparazzi che ha rischiato di tornare a San Vittore e interrompere il percorso di recupero nella comunità terapeutica di Limbiate (Milano) per liberarsi così dalla dipendenza psicologica della droga. Per lui è arrivata solo una diffida, ovvero un ammonimento a ‘rigare dritto’.

La richiesta di revoca dell’affidamento era stata avanzata qualche giorno fa dal pg Antonio Lamanna perché Corona non aveva rispettato alcuni divieti imposti dallo stesso Tribunale di Sorveglianza: l’utilizzo dei social, la diffusione e l’autorizzazione alla pubblicazione di immagini che lo riguardassero.

https://www.instagram.com/p/BfsuEuaFMI0/?hl=it&taken-by=fabriziocoronareal

La richiesta d’arresto – ha dichiarato il legale di Corona, l’avvocato Ivano Chiesa – per una pubblicazione su Instagram, che peraltro io ritengo non fosse violazione della prescrizione, mi è apparsa da subito esagerata. Mi chiedo infatti quale avrebbe potuto essere mai la sanzione qualora vi fosse stata una grave violazione della prescrizione“.

Nel frattempo è scontro fra la sua ex Nina Moric e l’attuale compagna Silvia Provvedi. La prima, in merito alla vicenda delle immagini sui social, ha dichiarato: “Dopo un’ora dal suo rientro a casa già pubblicava foto con estetista, parrucchiera e fidanzata.Ad altri detenuti vi assicuro che queste cose non vengono perdonate“.

La risposta della Provvedi non si è fatta attendere. Ospite a ‘Mattino Cinque’ ha dichiarato: “Non sa quello che dice, è completamente impreparata. La sua rabbia verso Fabrizio colpisce sempre e solo suo figlio, e non fa bene a nessuno. Non può continuare a massacrarlo“.