Fabrizio Corona rischia di tornare in carcere

Fabrizio Corona rischia di tornare in carcere. Il sostituto pg Antonio Lamanna ha chiesto, infatti, che l’ex re dei paparazzi sconti dietro le sbarre e non in comunità terapeutica la pena residua di tre anni e tre mesi.
Il motivo della richiesta della revoca dell’affidamento in prova a fini terapeutici (concesso lo scorso febbraio per dipendenza psicologica dalla cocaina) è presto spiegato: non è piaciuto il comportamento tenuto da Corona una volta uscito dal carcere.

Non sono piaciute le critiche espresse dal mio assistito nei confronti del sostituto Pg Gualtieri dopo l’udienza del processo d’Appello ed è stato contestato il suo intervento alla trasmissione di Giletti“, ha dichiarato l’avvocato Luca Sirotti, che difende Corona con il collega Ivano Chiesa.
Per l’esattezza, Fabrizio Corona al termine dell’udienza per il processo d’appello sui contanti ritrovati nel controsoffitto aveva detto, rivolgendosi al pg Maria Pia Gualteiri “non ha capito un c…”.

Ma non è tutto. Lamanna, nell’udienza durata circa due ore, ha anche evidenziato che Corona, una volta uscito dal carcere, ha ignorato le restrizioni del tribunale: ha postato foto e video sui social quando non ancora poteva, è andato in palestra nonostante potesse solo frequentare la comunità di recupero.

La decisione, ora, spetta ai giudici del Tribunale di Sorveglianza, che decideranno nei prossimi giorni.