Fece esplodere gabbiano in volo, condannato a 2 anni di reclusione

È stato condannato a 22 mesi di reclusione il 38enne Danilo Fadda, originario di Siniscola, in provincia di Nuoro.

L’uomo, un anno e mezzo fa, ha fatto esplodere il volo un gabbiano, durante una battuta di pesca a bordo di un peschereccio.

Ne ha dato notizia Ansa.it.

Il 38enne è stato condannato anche al risarcimento del danno alla parte civile, l’ENPA (Ente Protezione Animali).

La sentenza è stata emessa dal GIP del Tribunale di Nuoro che ha anche condannato Fadda a trascorrere 18 mesi in libertà vigilata.

Soddisfatti i dirigente dell’ENPA, secondo cui la sentenza “per la severità della condanna è destinata a fare da precedente insieme a quella relativa al killer dei gatti di Trescore Balneario. In entrambi i casi ha influito la particolare efferatezza del comportamento tenuto dall’uomo“.

Il legale dell’ENPA, Claudia Ricci, ha affermato che “restiamo in attesa di delle motivazioni, tuttavia, l’entità della pena inflitta al 38 enne mi fa pensare che il giudice abbia accolto i nostri rilievi circa la pericolosità sociale dell’imputato“.

Fadda, insieme a un’altra persona rimasta ignota, con lui a bordo del peschereccio, aveva legato al collo dell’animale un petardo con del nastro adesivo.

Dopodiché, l’uomo ha acceso la miccia e ha lasciato andare il gabbiano che, dopo alcuni secondi, è esploso in volo.

Questa brutalità è stata ripresa con uno smartphone e pubblicata sui social media dallo stesso 28enne.

Grazie, però, a quelle immagini, è stato possibile risalire al responsabile.