Felafel: la ricetta completa della delizia tipica della cucina araba

Come prepararli in casa.

Tra i simboli della cucina araba nel mondo, i felafel sono delle vere e proprie chicche. Perfetti sia per l’antipasto, sia durante la cena, sono facili da preparare a casa. Nelle prossime righe, abbiamo riassunto la ricetta.

Ingredienti

  • Circa 500 grammi di ceci
  • Uno spicchio d’aglio
  • Pepe nero q.b.
  • Un mazzetto di prezzemolo
  • Una cipolla
  • Un pizzico di cumino in polvere
  • Sale fino q.b.

Un litro d’olio per la frittura.

LEGGI ANCHE: Panino con le panelle: una ricetta deliziosa e facilissima

Svolgimento

La preparazione di questo piatto tipico della cucina araba inizia con i ceci, che devono essere messi in ammollo per 12 ore. Una volta trascorso questo lasso di tempo, bisogna lavarli e asciugarli. Attenzione: non bisogna assolutamente trascurare questo passaggio, in quanto è cruciale ai fini della consistenza dell’impasto.

Il passo successivo prevede il fatto di munirsi di mixer. Quest’ultimo deve essere riempito con i ceci e con la cipolla preventivamente tagliata in pezzi di grandi dimensioni. Inoltee, è necessario aggiungere l’aglio.

Con le spezie e il sale, bisogna poi procedere a insaporire il tutto. A questo punto, è arrivato il momento di far partire concretamente le lame del mixer. Dopo aver creato l’impasto, bisogna concentrare l’attenzione sul prezzemolo, che deve essere tritato su un tagliere. Molti si chiedono come mai non venga aggiunto agli ingredienti nel mixer già da subito: il motivo è molto semplice e riguarda il fatto che, in tal caso, il rischio è quello di un eccessivo rilascio di acqua.

Cosa si fa adesso? Si amalgama bene il composto e lo si trasferisce in una pirofila. Quest’ultima, va coperta con una pellicola e messa in frigorifero a riposare per un’oretta circa. Una volta trascorso questo lasso di tempo, si prende l’impasto e, a mano, si formano delle palline leggermente schiacciate. Archiviate questo step, arriva il momento di friggere le palline poche per volta fino a quando non sono sufficientemente dorate. I felafel possono a questo punto essere serviti, meglio se caldi.

LEGGI ANCHE: Biscotti di San Martino, come prepararli in casa: la ricetta