TerzoWEB.com

È troppo geloso e vuole lasciarlo, lui la strangola e poi chiama la Polizia: “Venite a prendermi”

Il femminicidio è avvenuto a Palermo. L’uxoricida è il tunisino Moncef Naili.

Elvira Bruno e Moncef Naili (foto da Siciliafan.it).

Altro femminicidio. Stavolta è avvenuto a Palermo dove un uomo, un cittadino tunisino, ha strangolato sua moglie, una donna italiana, e successivamente ha chiamato la polizia per costituirsi.

Il dramma è avvenuto nell’abitazione della coppia, in via Antonino Pecoraro Lombardo, nel quartiere della Zisa.

Il femminicida ha 54 anni e si chiama Moncef Naili, di professione cuoco. La vittima, invece, è la 53enne Elvira Bruno.

La testimonianza dell’uxoricida, come si apprende dall’Ansa, è stata raccolta dal procuratore aggiunto Annamaria Picozzi e dal pm Federica La Chioma.

La donna, stando a quanto si è appreso, aveva avviato le pratiche per la separazione e ha provato a reagire all’uomo

La coppia si era sposata nel 2016 ma il matrimonio sarebbe subito entrato in crisi. Nell’ultimo mese, tra l’altro, la donna aveva cominciato a lavorare come badante e aveva espresso l’intenzione di abbandonare il marito in seguito ad alcune scenate di gelosia.

Stamattina il femminicidio: quando la donna è finita a terra, l’uomo avrebbe provato a rianimarla poi, dopo circa due ore, ha chiamato la polizia: “Ho ucciso mia moglie, venite a prendermi“.

Bologna, pensionato guida per 8 chilometri in contromano

Il corpo della donna si trovava in camera da letto e il personale del 118 non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

La donna aveva due figlie da un precedente matrimonio. Una delle due si è presentata sul luogo del delitto ed è stata interrogata dagli investigatori, così come l’ex marito della vittima. L’altra figlia, invece, vive a Milano.

Moncef Naili è in stato di fermo per omicidio volontario aggravato da motivi abbietti. Gli investigatori, infatti, non credono all’omicidio d’impeto.

Leggi anche: rapine, tentati omicidi e furti. Come nel gioco GTA: 6 arresti.

Seguici anche su Google News: