Fermato furgone al traforo del Monte Bianco. Trasportava tritolo

polizia

Un furgone, pieno di esplosivo, è stato bloccato al traforo del Monte Bianco.

Dentro il mezzo, infatti, gli agenti della squadra mobile di Milano hanno trovato due chili di tritolo e altrettanti detonatori.

Alla guida del mezzo c’era un 56enne bosniaco incensurato. Con lui sono stati fermati gli altri quattro occupanti del veicolo, condotti negli uffici della polizia di frontiera, dove sono giunti il procuratore capo di Aosta, Paolo Fortuna, e il sostituto procuratore Luca Ceccanti.

Dalle indagini, però, sarebbe emerso che l’unico responsabile dovrebbe essere l’autista, mentre gli altri erano, forse, all’oscuro di tutto.

L’uomo era alla guida del furgone con targa dell’Est Europa e ha tentato dalla Francia di passare il confine con l’Italia.

L’esplosivo, divisi in candelotti, era nascosto dietro l’autoradio.

Il furgone, un Mercedes sprinter bianco – è stato bloccato a Courmayeur.

Sul posto sono naturalmente intervenuti anche gli artificieri della polizia, che hanno messo in sicurezza l’esplosivo e lo hanno poi portato via.

S’indaga per capire quale sarebbe stata la destinazione del carico (ma è stata esclusa la pista del terrorismo).