Fermato turista ubriaco in Toscana. “Sono il nipote di Donald Trump”

Donald Trump

Donald Trump

Sono il nipote di Donald Trump“.

Così ha detto ai Carabinieri di Porto Ercole (Grosseto) un turista di 42 anni, originario di Verona.

Come si legge su Il Tirreno, l’uomo, mentre stava passeggiando per il lungomare, in evidente stato di ebbrezza, ha infastidito alcuni passanti che hanno chiamato i militari.

Una volta arrivati sul posto, ai Carabinieri il 42enne ha detto di essere il nipote del presidente degli Stati Uniti d’America.

Perciò, i militari hanno deciso di richiedere un trattamento sanitario obbligatorio (TSO) per il veronese.

L’uomo, infatti, è stato trasferito all’ospedale di Siena, dove sarà curato.

Perché il veronese ha detto di essere il nipote di Donald Trump?

Secondo Il Tirreno, l’uomo “Forse pensava di impensierire i carabinieri presentandosi come un uomo dal cognome famoso e potente. Magari l’uomo, non perfettamente lucido, si è fatto prendere dalla sindrome del ‘lei non sa chi sono io’ pensando di evitare di essere portato via dai carabinieri“.

Per due giorni il 42enne ha creato problemi.

Ad esempio, aveva infastidito gli automobilisti fermi a un semaforo, chiedendo soldi e, in caso di rifiuto, picchiava i pugni sul cofano delle macchine.