Fettuccine Alfredo, la ricetta perfetta del famoso piatto di pasta

È il piatto numero uno negli Stati Uniti d’America.

fettuccine alfredo
fettuccine alfredo

Sembra una ricetta semplice quella delle Fettuccine Alfredo, solo tagliatelle all’uovo con burro e parmigiano, ma perché sia indimenticabile bisogna seguire delle regole ben precise: eccole! I nostri invitati ne saranno entusiasti.

È stata ideata nel 1914 da Alfredo, da cui prende il nome, il proprietario di un ristorante in via della Scrofa a Roma. L’obiettivo era quello di creare un piatto proteico per rimettere in forze la moglie indebolita dal parto.

La consacrazione arriva, però, quando Mary Pickford e Douglas Fairbanks, due famosi attori della vecchia Hollywood, la assaggiano durante il viaggio di nozze nella Capitale. Alfredo ci ha guadagnato due posate d’oro con dedica: «To Alfredo the King of Noodles».

fettuccine con burro e parmigiano

LEGGI ANCHE: Amatriciana, la ricetta perfetta del famoso piatto laziale

Ma vediamo come conquistare i nostri ospiti, chissà che non si diventi ricchi anche noi. Prima di tutto dobbiamo reperire ingredienti di prima qualità:

  • 400 g di farina 00;
  • Semola di grano duro rimacinata per spolverizzare q.b.;
  • Quattro uova medie;
  • 80 g di burro;
  • 80 g di parmigiano reggiano DOP grattugiato;
  • Sale fino e pepe q.b.

Cominciamo con la preparazione della pasta fresca. Setacciamo la farina in una ciotola e aggiungiamo le uova, lavoriamole fino al raggiungimento di un impasto omogeneo. Si potrà finire sul ripiano per avere maggiore manualità. Aggiungiamo acqua oppure farina, se ci sembra rispettivamente troppo secco o morbido.

Forniamo una palla e avvolgiamola in uno strato di pellicola trasparente. Deve riposare per 30 minuti a temperatura ambiente: poi sarà più facile da stendere. Dopodiché, dopo aver cosparso il ripiano di farina, torniamo a lavorare l’impasto e dividiamolo in quattro. Meglio maneggiare una parte per volta e lasciare in pellicola le restanti: così non si asciugheranno. Infariniamo e stendiamo (con la macchina per pasta o il mattarello).

Ottenute le sfoglie di pochi millimetri, con l’aiuto della semola che non le lasciano attaccare, lasciamole riposare per qualche minuto. Intanto mettiamo a bollire l’acqua nella pentola.
Una volta che la pasta è asciutta, avvolgiamola su se stessa dal lato corto, facendo attenzione a non pressarla e incollarla. Questo faciliterà il taglio delle rondelle di circa 4 millimetri. La cottura richiederà solo 3 o 4 minuti.

Intanto, lasciamo sciogliere il burro, a fuoco lento, in una padella abbastanza ampia: l’obiettivo è di non farlo bruciare. Aggiungiamo poi un mestolo di acqua di cottura: l’amido aiuterà a creare una crema.

Una volta pronta la pasta, scoliamola e incorporiamola al burro direttamente in padella. Aggiungiamo un altro mestolo di acqua di cottura e facciamola saltare leggermente. Spento il fuoco, è il turno del parmigiano. In ultimo una spruzzata di sale e pepe. Le fettuccine Alfredo sono pronte e le papille gustative saranno più che soddisfatte.