Figli accecati dall’ambizione, contadino lascia la sua eredità al cane

La curiosa storia arriva dall’India.

In India, nel distretto di Chhindwara, nello Stato di Madhya Pradesh, un contadino ha deciso di lasciare la proprietà eredità alla seconda moglie e al cane. Ne dà notizia il New Indian Express.

L’uomo, 50 anni, di nome Om Narayan Verma, originario del villaggio di Badiwara, turbato da una faida familiare interna di lunga durata, ha nominato la sua seconda moglie Champa Bai e il cane Jacky come successori ed eredi legali della sua grande proprietà.

Il testamento legalmente autenticato del contadino di mezza età menziona che prova un amore immenso per sua moglie Champa Bai e il cane Jacky perché sono gli unici che si sono presi cura di lui. Il testamento menziona, inoltre, che la sua proprietà dopo la sua morte sarà ereditata dalla moglie e dall’amico a quattro zmpe.

L’uomo ha poi aggiunto che, dopo la sua dipartita, chiunque si prenderà cura del suo cane Jacky avrà il diritto di utilizzare la quota dell’animale. E dopo la morte di Jacky, chiunque si sia preso cura di lei, erediterà la quota.

Il testamento deriva dalla rabbia per il comportamento soprattutto dei suoi cinque figli, ‘accecati’ dall’ambizione secondo il contadino.

«L’autenticazione comprende non solo il nome del mio cane ma anche il nome di mia moglie Champa Bai. Ho menzionato il nome del mio cane per assicurarmi che i miei familiari si prendano cura di Jacky anche dopo la mia morte. Ma ora l’intera questione è risolta», ha detto il contadino alla stampa locale.

Verma ha due mogli. Ha due figlie e un figlio dal primo matrimonio e due figlie dalla seconda moglie. Per molti si tratta di una grande lezione per la sua famiglia, proveniente da un uomo «saggio e rispettabile».

LEGGI ANCHE: Cosa fare quando il cane sta soffocando?