La figlia di Riina ai giornalisti: “Ho figli piccoli, vi denuncio”

FOTO ANSA: SANDRO CAPATTI
FOTO ANSA: SANDRO CAPATTI

Ho dei figli minori, non ho niente da dire. Vi denuncio“.

Così Maria Concetta Riina, la figlia di Salvatore, il boss di Cosa Nostra, deceduto ieri, all’età di 87 anni, all’ospedale di Parma.

Maria Concetta, la maggiore dei quattro figli di Totò, ha proferito quelle parole quando è arrivata, insieme all’avvocato Luca Cianferoni, alla sezione di Medicina Legale dell’ospedale di Parma, luogo dell’autopsia del padre.

Accerchiata da fotografi e reporter, la figlia del boss – nella foto Ansa di Sandro Capatti – ha detto: “Non posso parlare, ho dei figli minori, tre bambini piccoli che vedono la foto della madre sui giornali. Forse voi non avete capito. Ho dei figli da tutelare, per cortesia smettetela“.

La figlia di Totò Riina
ANSA/ SANDRO CAPATTI

Inoltre, Maria Concetta ha chiesto “rispetto per il dolore di una famiglia“.

Come si apprende da Ansa.it, la figlia di Riina era stata poco prima in Procura a Parma, dove era stato conferito l’incarico per l’esame medico legale per cui la famiglia ha nominato un proprio consulente tecnico.

Maria Concetta quindi è entrata nell’istituto, ‘scortata’ dal suo legale e accompagnata da personale delle forze dell’ordine.

Ieri la figlia di Riina su Facebook ha pubblicato questo post, chiedendo il silenzio: