Filma la moglie mentre muore senza prestarle soccorso

La donna è morta nel 2015 ma la clip insieme ad una ipotesi sconvolgente sulle cause della morte sono emerse soltanto ora.

La scena è agghiacciante: riprende la moglie in agonia e non fa nulla per salvarla. La vittima è Sara Aiello, una donna di 36 anni originaria di Pimonte (Napoli) e madre di due bambine. Il videomaker è il marito.

A raccontare la vicenda è stata la trasmissione ‘Chi l’ha visto?’ che ha dato spazio ai fratelli della donna che hanno chiesto verità e giustizia. “Noi chiediamo alla Procura di riesumare il corpo e di capire cosa è successo. A noi non ci serve un colpevole” hanno detto.

Il video, di cui è stato mandato in onda soltanto un frame perché il contenuto è stato ritenuto dalla produzione scioccante, mostra Sara nella camera da letto della sua abitazione di Pompei che respira male, rantola e non ha la forza di chiedere aiuto. Insomma, è chiaro che la donna stia per morire. Il tutto mentre il marito riprende questi momenti di agonia per più di otto minuti (come si evince dal timer in sovraimpressione) senza fare altro, neanche chiamare i soccorsi. Soltanto quando Sara non dà più segni di vita, l’uomo le misura la pressione e ne constata il decesso.

Sempre i fratelli, in tv hanno raccontato che negli ultimi tempi la donna era cambiata e litigava con il marito che era diventato “possessivo”. “Lui si è giustificato – hanno raccontato in studio – dicendo che era stato il medico a dirgli di filmare la crisi per poter fare una diagnosi certa”.

La donna è morta nel giugno del 2015, ufficialmente a causa di un malore. Secondo il racconto dei fratelli, la 36enne qualche tempo prima aveva avuto un malore ed era finita in ospedale. Sarebbe stato proprio in quell’occasione che un medico avrebbe suggerito all’uomo di filmare la moglie nel caso in cui il malore si fosse verificato nuovamente per permettere una diagnosi più precisa.

Ma c’è un dettaglio ancora più sconvolgente, lo stesso che ha spinto i familiari della vittima a riconsiderare il caso. I periti dei familiari, basandosi sul comportamento di Sara nei minuti ripresi dal marito, hanno avanzato l’ipotesi di morte per avvelenamento da cianuro.

La clip, che è saltata fuori soltanto da poco, è finita nelle mani degli inquirenti.

Leggi anche: Salva il marito caduto dentro il cratere di un vulcano.

Da SaluteLab: A Torino il primo trapianto combinato di organi su un solo paziente.