Fine della telenovela, Lionel Messi resta al Barcellona

Lo ha annunciato lo stesso giocatore argentino a Goal.com

Lionel Messi resta al Barcellona. Il campione argentino lo ha annunciato su Goal.com, non senza togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

«Mi hanno fatto male tante cose pubblicate contro di me e soprattutto tante cose false pubblicate – ha affermato il calciatore sudamericano – O che io potessi fare causa al Barcellona per i miei interessi. Non avrei mai fatto una cosa del genere, lo ripeto, volevo andare via ed era mio diritto, perché il contratto dice che avrei potuto svincolarmi. E non era ‘vado via e basta’. Stavo per andare via e mi sarebbe costato tanto. Volevo andare perché ho pensato di voler vivere i miei ultimi anni di calcio felicemente. Ultimamente non ho trovato felicità all’interno del club».

«Mi ha fatto male che la mia dedizione al Barcellona fosse messa in dubbio, sono grato a questo club – ha aggiunto Messi – Amo Barcellona e non troverò un posto migliore di qui altrove. Ma ho ancora il diritto di decidere. Volevo andare in cerca di nuovi obiettivi e nuove sfide. E domani sarei potuto tornare, perché qui a Barcellona ho tutto. Mio figlio, la mia famiglia è cresciuta qui. Non c’era niente di sbagliato nel voler andare via, ne avevo bisogno, ne aveva bisogno il club ed era un bene per tutti».

Leo Messi

Messi, 33 anni, ha poi affermato:« Durante tutto l’anno ho detto al presidente che volevo andar via, che era il momento di andare in cerca di nuovi obiettivi e nuove esperienze nella mia carriera. Lui mi ha sempre detto: ‘Ne parleremo, non ora’. Ma niente. Il presidente non mi ha mai dato la minima idea di cosa stesse dicendo. Inviare il burofax era per ufficializzare che volevo andare via e che ero libero e che non avrei utilizzato l’opzione per un altro anno. Non era per creare un polverone o per andare contro il club, era per rendere ufficiale la mia decisione. Se non avessi inviato il burofax era come se non fosse successo nulla, avevo l’opzione per un altro anno. Quello che hanno detto è che non l’ho comunicato prima del 10 giugno, ma ripeto eravamo nel mezzo delle competizioni e non era il momento. Ma a parte questo il presidente mi ha sempre detto ‘quando finisce la stagione decidi se restare o andare via’, non ha mai fissato una data. Ma non era per litigare con il club, perché non volevo litigare con il club».

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo, relax nello yatch di lusso