Finisce nei guai uno degli attori del film ‘Titanic’

Ironia della sorte. Quando il destino è scritto nel nome. Il nome Mark Chapman riporta subito alla memoria l’assassino di John Lennon.

Ma Mark Chapman è anche l’attore inglese che 21 anni fa interpretò il ruolo del capo ufficiale Henry Tingle Wilde nel kolossal ‘Titanic’ di James Cameron con Leonardo Di Caprio e Kate Winslet.

A parte il nome, cosa hanno in comune i due signor Chapman? Il carcere. Se Mark David è finito dietro le sbarre per l’omicidio dell’indimenticato ex Beatles, Mark Lindsay è stato arrestato per tentato omicidio.

L’attore, infatti, è finito con le manette ai polsi dopo aver cercato di uccidere la ex fidanzata Tara Pirnia. Dopo una relazione durata 5 anni, la ragazza ha chiesto all’ex di cancellare dal suo telefonino alcuni scatti e video intimi che lui conservava ancora.

Per tutta risposta Chapman l’ha aggredita e presa per il collo tentando di strangolarla mentre pare le dicesse “Ti voglio morta”. La donna è riuscita a liberarsi mordendogli la mano. Immediata la denuncia.
L’attore è stato arrestato e poi rilasciato: su di lui pende una denuncia per tentato omicidio e un ordine restrittivo che lo obbliga a mantenere una distanza di almeno 200 metri dalla ex fidanzata.

Curiosità: nel 2008 Mark Lindsay Chapman ha interpretato il ruolo di John Lennon nel film ‘Chapter 27’, pellicola che ripercorre gli ultimi giorni di vita dell’artista dal punto di vista del suo assassino.