Fiori: ecco quelli giusti per ogni occasione

Oggi è San Valentino e fra i regali più graditi ci sono sicuramente i fiori. Con quelli non si sbaglia mai. O meglio, riceverli è sempre cosa gradita, ma attenzione a non regalare quelli sbagliati. Esiste, infatti, un vero e proprio linguaggio dei fiori che sarebbe opportuno conoscere per non rischiare di fare figuracce, e non soltanto a San Valentino.

Ecco, dunque, il significato dei fiori. Scegliete quelli più adatti alla persona, all’occasione e soprattutto al tipo di messaggio che volete inviare a chi li riceverà.

Anemone. È un fiore delicatissimo e ha vita breve, per questo è legato all’abbandono, ma anche all’attesa e alla speranza. Regalatelo per dire ‘mi manchi’.

Azalea. È simbolo di gioia, speranza e fortuna. Da regalare a chi deve affrontare una prova importante.

Calla. Esprimere stima, ammirazione, amicizia sincera. Il galateo lo relega a spose, ma anche a cerimonie quali battesimo e comunione.

Fiordaliso. Rappresenta la felicità e la spensieratezza. Da donare quando si vuole esprimere una amicizia sincera, ma anche quando si vuole dichiarare il proprio amore.

Garofano. Simboleggia le varie sfumature dell’amore secondo il suo colore: rosso è amore passionale, bianco è ammirazione, rosa è fedeltà.

Gerbera. Fiore legato alla passione, grazie ai suoi colori brillanti. Da regalare alla persona amata per ricordarle quanto sia bello stare insieme.

Giglio. È l’emblema della purezza e del candore, ma anche di nobiltà d’animo e fierezza. Da donare ad una donna per farla sentire una regina.

Girasole. È il fiore dell’estate per antonomasia. Ogni occasione è buona per regalarlo.

Ibisco. È un fiore molto delicato che non vive più di un giorno. Ideale per esprimere un colpo di fulmine.

Iris. La mitologia lo lega a Iride, la messaggera degli Dei. Simboleggia l’arrivo di una buona notizia.

Mughetto. È simbolo della felicità ritrovata. Ideale per festeggiare guarigioni, riconciliazioni, nuovi incontri con vecchi amici, amori ritrovati.

Rosa. Fiore per antonomasia. Va bene per qualunque occasione, ma attenzione al colore: rosso è amore passionale, rosa esprime dolcezza, giallo è gelosia o tradimento, bianco sta per purezza e arancione per desiderio. Per colpire al cuore, invece, scegliete rose rosse dal gambo lungo: sono l’emblema dell’amore.

Tulipano. Legato all’amore è sinonimo di incostanza, ma se fuori dal contesto amoroso è simbolo di onestà materiale e intellettuale.