Firenze, indagati i 2 carabinieri denunciati per stupro dalle studentesse USA

Sono stati inseriti nel registro degli indagati i due carabinieri accusati di stupro da due studentesse americane.

I 2 militari sarebbero stati identificati dalle immagini della zona centrale di Firenze, in cui soggiornano le 21enni.

La violenza sessuale sarebbe avvenuta dopo l’intervento di una pattuglia per schiamazzi fuori da un locale.

I militari si sarebbero offerti di accompagnare le ragazze a casa, dove sarebbe avvenuto lo stupro.

La Polizia Scientifica, infatti, ha rinvenuto tracce biologiche compatibili con un rapporto sessuale che sarebbe avvenuto nell’androne del palazzo. Altre tracce sono state trovate nel percorso tra l’ingresso del palazzo fino all’appartamento delle due giovani.

Ci sarebbero, inoltre, testimoni che hanno visto le due ragazze salire sull’auto dei carabinieri, davanti al locale.

Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha detto: “Risulta qualche fondatezza. Si tratterebbe di un episodio gravissimo“.

Il generale dell’Arma, Tullio Del Sette, intervistato dall’ANSA, ha detto: “se fosse vero, cosa che auspichiamo tutti venga accertata quanto prima, si tratterebbe di un fatto di gravità inaudita che rende i protagonisti indegni dell’uniforme che indossano e che comporterà gravi conseguenze, anche immediate, sul piano disciplinare e della condizione di stato“.

La Procura Militare di Roma ha aperto un fascicolo sull’accaduto.

Lla posizione dei due Carabinieri è molto delicata: che si sia trattata di violenza o meno, i militari avrebbero commesso un grave illecito disciplinare, avendo avuto un rapporto mentre erano in servizio.