Firenze, scatta l’allarme tigre ma era solo un pelouche

Foto Ansa

Molto rumore per nulla. Una goliardata che ha fatto scatenare il panico. “Aiuto, c’è una tigre libera in strada”. Ma era un peluche.

È accaduto giovedì sera a Firenze, quando un automobilista ha contattato i carabinieri per segnalare di aver notato una tigre del Bengala in un sottopasso di via Livorno, nella zona dell’Isolotto. Scatta così l’allarme.

I militari dell’Arma, arrivati sul posto, hanno scoperto che si trattava di un grosso peluche, ben fatto, che riproduceva fedelmente il temibile felino a grandezza naturale. L’automobilista ha contattato la centrale del 112 intorno alle 23,30, dicendo di aver visto una tigre nel sottopasso e di essere fuggito via in auto in preda alla paura.

I militari si sono recati sul posto, verificando nel frattempo l’eventuale presenza di un circo in città, da dove la tigre poteva essere scappata.

Arrivati nel sottopasso hanno visto veramente una tigre emergere dall’oscurità, però di peluche. I carabinieri stanno adesso effettuando accertamenti per capire se il pupazzo sia stato messo lì per fare uno scherzo – è l’ipotesi più accreditata – o se sia stato semplicemente abbandonato.

Se davvero c’è la mano di qualcuno dietro a questo episodio, è riuscito nel suo intento. Non c’è che dire.