TerzoWEB.com

Fisher-Price ritira le sue cullette: pericolo di soffocamento per i neonati

Dal 2001 sarebbero 32 i neonati morti per soffocamento a causa della culletta ‘Rock ‘n Play Sleepers’.

Ritirate dal mercato le culle ‘Rock ‘n Play Sleepers’ della Fisher-Price. Par che avrebbero causato la morte di almeno 32 neonati (fra cui alcuni al di sotto dei tre mesi) fra il 2011 e il 2018. A lanciare l’allarme martedì scorso è stata l’associazione dei pediatri statunitensi, la ‘American Academy of Pediatrics’ diretta dal professore Kyle Yasuda, e ieri la multinazionale con un tweet ha annunciato il richiamo di 4,7 milioni di quelle che sono state ribattezzate ‘culle killer’.

Pare che i decessi siano stati causati da un soffocamento. La seduta della culla in questione, infatti, sembrerebbe essere troppo larga, e questo permetterebbe facilmente ai bambini di girarsi nel sonno finendo così con la faccia contro il cuscino. In questo modo ci sarebbero serie probabilità di rimanere soffocati.

L’azienda sul proprio sito ha annunciato il “ritiro volontario di tutte le unità del prodotto” anche se ha posto in evidenza il fatto che gli incidenti sono stati causati dal fatto che la culletta è stata utilizzata “in modo contrario alle avvertenze e alle istruzioni sulla sicurezza”, ovvero con bambini di età inferiore ai tre mesi e senza assicurarli con la cintura.

In attesa dei controlli sul prodotto, sia la Fisher-Price che la ‘American Academy of Pediatrics’ invitano le famiglie che hanno già acquistato la ‘Rock ‘n Play Sleeper’ a non usarla. L’azienda americana di proprietà della Mattel fa anche sapere che “i consumatori possono contattare immediatamente Fisher-Price per un rimborso o un buono”.

Leggi anche: 8 cose che non sai sui bambini che vivono in Corea del Nord.