Fiumicino, finanziere e compagna trovati morti in casa

L’ipotesi è omicidio – suicidio

Un brigadiere della Guardia di Finanza e la compagna sono stati trovati morti in un’abitazione a Fiumicino. Sul posto guardia di finanza, polizia e carabinieri.

A dare l’allarme un ufficiale che è andato a controllare dopo che l’uomo non si era presentato in servizio e non era riuscito a contattarlo.

Si ipotizzerebbe un omicidio-suicidio. Lo si apprende da fonti investigative. Da una primissima ricostruzione sembrerebbe che l’uomo abbia ucciso la compagna e si sia poi suicidato con un colpo di pistola alla testa.

La tenente della Guardia di Finanza di Fiumicino, giunta sul posto, ha chiamato immediatamente i sanitari del 118 ma per entrambi non c’era ormai più nulla da fare. Sul caso indagano gli stessi finanzieri.

LEGGI ANCHE: Perché Emilio Fede è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano?