Focolai di coronavirus a Trento e nel Messinese

A Trento 24 operai positivi, in Sicilia 14 giovani

Photo by SJ Objio on Unsplash

A Trento è stato scoperto un focolaio di coronavirus dove 24 persone, lavoratori in un’azienda di lavorazione della carne, sono risultate positive al tampone.

Secondo l’Azienda sanitaria di Trento, i positivi sono tutti di età inferiore ai 50 anni e la maggioranza è asintomatica. Solo tre o quattro degli infetti presenta sintomi «lievi e sfumati». Sono stati predisposti ulteriori accertamenti epidemiologici ed effettuati tamponi a conoscenti e parenti dei positivi.

Focolaio di coronavirus anche tra Taormina e Giardini Naxos (Messina) dove, complessivamente, almeno 14 persone risulterebbero positive al nuovo coronavirus. Si segnalano sei casi a Taormina e otto a Giardini, ma è un dato che potrebbe aumentare.

Si tratta nella quasi totalità di giovani che sono risultati positivi agli accertamenti a cui sono stati sottoposti dall’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Messina. Sono in corso le verifiche da parte delle autorità sanitarie con altri tamponi per verificare possibili ulteriori casi.

Nella mattinata c’è stato anche un incontro tra i sindaci Nello Lo Turco (Giardini Naxos) e Mario Bolognari (Taormina) per fare il punto della situazione. Al momento non è prevista alcuna zona rossa.

LEGGI ANCHE: L’immunologo Mantovani: “Il virus è stabile ma non è gentile”