Focolaio di Coronavirus vicino Palermo: contagi partiti da un rientrato da Malta

A Villabate sono stati riscontrati 7 positivi al Covid-19 e 20 casi sospetti.

Photo by SJ Objio on Unsplash

A Villabate, comune di 20mila abitanti della provincia di Palermo, a pochi chilometri dal capoluogo siciliano, sono stati riscontrati 7 positivi al Covid-19 e 20 casi sospetti.

A renderlo noto su Facebook è il sindaco Vincenzo Oliveri, spiegando che si tratta di persone che «hanno avuto contatti con il soggetto che ha soggiornato a Malta e che purtroppo ha frequentato diversi parenti e conoscenti».

Tutti sono in attesa di essere sottoposti a tampone, il cui esito, sottolinea il primo cittadino, «potrebbe riservare ulteriori sorprese».

«Non c’è ragione di creare allarmismi ma di tenere un comportamento più che cauto – ha puntualizzato il primo cittadino  –  utilizzando le mascherine, disinfettando le mani frequentemente ed evitando luoghi affollati. La situazione è sotto controllo e sono sicuro che presto il nostro Comune ne uscirà indenne. Stiamo sereni!».

Foto di Juraj Varga da Pixabay

LEGGI ANCHE: Coronavirus, la Cina ha approvato il suo primo vaccino.

Inoltre, primi casi positivi di coronavirus individuati con i test in corso all’aeroporto d’Abruzzo: si tratta di tre persone rientrate con il volo proveniente da Malta, atterrato a Pescara nel pomeriggio di sabato 15 agosto.

Per i tre, come da prassi, dovrà essere disposto l’isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte della Asl di competenza. Un centinaio i passeggeri a bordo: tutti sono stati informati ai fini della sorveglianza sanitaria passiva, dovranno cioè  monitorare le condizioni di salute e contattare le Asl in caso di problemi. Tutti negativi, invece, i passeggeri dei voli partiti da Girona e Bucarest.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il viceministro Sileri: “Nuovo lockdown? Cosa penso”