Forte terremoto in Francia: stop ai reattori nucleari

Stamattina una forte scossa di terremoto, di magnitudo 5.4, è stata avvertita alle 11:50 nei pressi di Montelimar.

Stamattina, alle 11.50, una forte scossa di terremoto, di magnitudo 5.4, è stata avvertita alle 11:50 nei pressi di Montelimar, nel sud della Francia.

Lo ha fatto sapere il BCSF (Ufficio centrale francese sismologia) di Strasburgo. La scossa ha avuto come epicentro una zona a sud di Montelimar ma è stata avvertita fino a Montpellier e Lione.

Quattro persone sono rimaste ferite e una sarebbe in gravi condizioni. I tre, invece hanno subito le conseguenze di crisi di panico. Quella grave, invece, è stta colpita da un’impalcatura e trasportata d’urgenza in ospedale.

Per via del terremoto i reattori 2, 3 e 4 della centrale nucleare di Cruas-Meysse, nell’Ardeche sono stati “momentaneamente fermati” per controlli. Lo ha annunciato l’operatore, EDF, in un comunicato diffuso in serata.

Secondo l’Autorità francese per la sicurezza nucleare (Asn), il Terremoto – il più forte in Francia dal 2003 – non ha provocato “danni apparenti” agli edifici della centrale e l’impianto ha continuato a funzionare normalmente. Ma l’operatore Edf dovrà stabilire quale sia stato “l’impatto” sismico sull’insieme delle installazioni.

LEGGI ANCHE: Terremoto a Tolmezzo (Udine): magnitudo 4.0.

Testimoni hanno affermato di avere udito un “boato fortissimo” e a Montelimar sono molti quelli che hanno segnalato danni agli edifici, soprattutto crepe.

Il sindaco di Teil, paese vicino a Montelimar, Olivier Peverelli, ha detto che due campanili “stanno per cadere” e l’ultimo piano del Comune è inaccessibile a causa della caduta dei soffitti.

Il sindaco ha annunciato di aver aperto tre palestre per ospitare fra le 400 e le 500 persone che, nel timore di crolli, non vogliono trascorrere la notte in casa.

Secondo il collettivo antinucleare del Vaucluse, dipartimento più a sud dell’Ardeche, l’epicentro è stato localizzato “a meno di 20 chilometri dalla centrale nucleare di Cruas, dove la scossa è stata avvertita nella sala macchine dei reattori, e a 30 chilometri dal sito nucleare del Tricastin”.

Quest’ultimo impianto, ha aggiunto il collettivo, sorge su una faglia sismica attiva ed è “il più minaccioso di tutta Europa“. Da tempo, gli ecologisti ne chiedono la chiusura.

LEGGI ANCHE: Cosa fare e non fare in caso di terremoto.

Da SaluteLab: Gli dicevano ‘hai la pancia da birra’ ma aveva un tumore.