Forte terremoto in Messico, il presidente Nieto: “Ci sono vittime”

Foto di Edgard Garrido/Reuters.

Potente scossa di terremoto in Messico.

Registrata alle 00.39 italiane un sisma di magnitudo 7.2, profondità 19,5 chilometri, nell’area di Oaxaca, nel sud ovest del Paese centramericano.

La scossa è durata oltre un minuto.

Il terremoto è stato seguito da un altro forte sisma, di magnitudo 5.8.

Entrambi i terremoti sono stati avvertiti chiaramente dalla popolazione, fino alla capitale, distante 500 chilometri dall’epicentro, ovvero a circa 30 chilometri da San Augustin Chayoco.

I palazzi hanno tremato e sono scattati gli allarmi sismici. Decine gli edifici danneggiati e migliaia gli sfollati.

Tuttavia, un elicottero che trasportava il ministro dell’Interno messicano, Alfondo Navarrete, per osservare la situazione dall’altro, si è schiantato.

A bordo del mezzo c’era anche il governatore dello Stato, Murat, oltre che l’equipaggio. Tutti sono “sani e salvi“, come ha twittato il presidente messicano, Enrique Pena Nieto. Il presidente ha, però, aggiunto che “sfortunatamente diverse persone a terra hanno perso la vita e altre sono rimaste ferite“, senza precisare il numero.