Frescondino, omicidio-suicidio con acido muriatico

Tragedia della disperazione a a Frescondino, frazione di San Salvatore Monferrato (Alessandria). Una donna è morta mentre il fratello è stato ricoverato in ospedale. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri si tratterebbe di un omicidio-suicidio.

La donna aveva 73 anni e ad ucciderla sarebbe stato il fratello di 67 anni che poi ha tentato di togliersi la vita. L’arma utilizzata è l’acido muriatico.
Probabilmente l’uomo, in cura presso un centro di salute mentale di Casale Monferrato, ha deciso di mettere fine alle sofferenze della sorella. La donna, infatti, da tempo era costretta a letto in stato di incoscienza a causa delle sue condizioni di salute. Una situazione diventata ormai difficile da gestire per il 67enne che, quindi, avrebbe deciso di uccidere la sorella facendole bere dell’acido muriatico.

Poi l’uomo ha pensato di riservare la stessa sorte a se stesso: anche lui ha ingerito il veleno.
A chiamare il 113 è stato un conoscente. I due sono stati portati in ospedale dove poco dopo è morta la 73enne. Il fratello, invece, è in gravi condizioni ed è stato dichiarato in arresto per omicidio.