In fuga con l’amante, viene rapita dai figli

Voleva starsene con il suo giovane amante, ma i figli l’hanno rapita. L’assurda vicenda è tutta italiana.

Questa è la storia, raccontata dal Resto del Carlino.

Lei, una imprenditrice italiana di origini siciliane di 45 anni che viveva nel varesotto, aveva deciso di fuggire con l’amante, un uomo di 34 anni proveniente dal Kenia.

I due si erano rifugiati a Rimini.

Sembrava che le cose andassero come da programma, ma sfortunatamente il fato ci ha messo lo zampino. La coppia, infatti, ha cercato di prenotare on line un albergo, ma a causa della carta di credito utilizzata che non aveva la copertura economica necessaria, è stato contattato il marito della signora.

Il consorte abbandonato ha subito sguinzagliato i suoi “uomini” per riportare a casa la moglie fedifraga che nel frattempo aveva speso un patrimonio in giro con l’amante.

E così sabato scorso, all’uscita da un albergo, i due sono stati avvicinati da una Mazda dalla quale sono usciti i figli di lei di 23 e 16 anni (accompagnati da un dipendente dell’aziende di famiglia) e l’hanno costretta a salire sull’auto per riportarla a casa. L’amante si è aggrappato alla portiera del veicolo che ha percorso in questo modo ben 4 chilometri finendo la corsa davanti ad una pattuglia dei Carabinieri.

Questi ultimi, dopo aver appurato che la donna era in macchina contro la sua volontà, hanno arrestato i rapitori con l’accusa di sequestro di persona.