Furbetto del cashback fa 50 operazioni in 55 minuti in un distributore di benzina

È successo in provincia di Como.

Ora ci sono anche i furbetti del cashback, la misura dello Stato che concede un rimborso fino a 150 euro per chi, nell’arco di 6 mesi (da gennaio a giugno e poi da luglio a dicembre) effettuerà almeno 50 operazioni con la carta di credito o il bancomat.

Ebbene, in provincia di Como, un uomo qualche giorno fa si è recato in un distributore di benzina e ha fatto un rifornimento di poco più di 6,50 euro ma divisi in decine di pagamenti con il pagamento, in 55 minuti di tempo, come raccontato da La Stampa.

L’automobilista, quindi, ha effettato 62 transazioni da un minimo di 8 a un massimo di 12 centesimi, tra le 20.42 e le 21.37.

A denunciare il fatto ai carabinieri è stato il titolare del distributore di benzina che, vedendo l’alto numero di scontrini emessi di notte, ha pensato di avere lavorato molto con il self service.

Il titolare del distributore, Aldo Bergia, ha affermato: «Quando sono arrivato all’alba per aprire e ho visto due metri e mezzo di scontrini, ho pensato che nella notte l’automatico aveva lavorato tantissimo. Ma è bastata un’occhiata agli importi degli scontrini per capire che i conti non tornavano. Ho anche contattato i carabinieri di Caraglio: tutto perfettamente regolare».

LEGGI ANCHE: Cashback, come funziona e chi può iscriversi.