Gas contro i civili, gli USA pronti all’azione militare in Siria?

Continuano i raid aerei del regime di Damasco sulla Ghouta orientale. Il bilancio dei nuovi attacchi è di almeno 14 civili morti, come diffuso dall’Osservatorio siriano per i diritti umani.

Dal 18 febbraio scorso, ovvero dall’inizio dei raid contro l’enclave ribelle, il numero totale delle vittime è di 709.

Ci sono notizie, tra l’altro, che sostengono che il governo di Assad abbia usato il gas cloro contro i civili.

Ed è per questo che, secondo il Washington Post, gli Stati Uniti d’America starebbero pensando a un’azione militare contro il regime siriano.

Fonti ufficiali, infatti, “fanno ipotizzare un secondo attacco Usa contro il presidente Bashar Al Assad in meno di un anno“, si legge su Ansa.it.

Di recente il rapporto della commissione ONU sui crimini di guerra in Siria ha sostenuto che Damasco abbia “usato almeno tre volte gas tossici in attacchi nel Ghuta orientale”.

Infine, un aereo militare russo si è schiantato in fase di atterraggio presso la base siriana di Khmeimin. Secondo il Cremlino si è trattato di “guasto tecnico”. Tutte le persone che erano a bordo del velivolo – 26 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio – sono morte.