Gelo Wanda Nara – Pierluigi Pardo? Il giornalista rompe il silenzio

Intervistato a Radio24 il conduttore di ‘Tiki Taka ha spiegato cosa è successo fra lui e Wanda Nara.

Da un po’ circolava la voce che tra il conduttore di ‘Tiki Taka’ Pierluigi Pardo e Wanda Nara non scorresse buon sangue e che i due fossero ai ferri corti. A fugare ogni dubbio sulla questione ci ha pensato lo stesso giornalista intervenendo alla trasmissione radiofonica ‘Tutti convocati’ di Radio24 dove ha anche confermato di aver inviato una lettera ai vertici Mediaset in cui comunicava la sua impossibilità a proseguire l’avventura lavorativa con la Nara qualora Mauro Icardi fosse rimasto nell’Inter.

La vicenda che abbiamo vissuto – ha spiegato Pardo – è stata surreale. La strategia di Wanda, ammesso che ce ne fosse una, si è rivelata un fallimento totale. Il giocatore è forte ed è ovvio che va a giocare. Ma l’idea che uno come Icardi, che ha segnato 124 gol con la maglia dell’Inter, vada via in questo modo. Stanotte c’erano i caroselli dei tifosi dell’Inter. Faccio un discorso molto serio e onesto. La sua presenza, in caso di prolungarsi della causa con l’Inter, non era conciliabile con la mia deontologia professionale, l’ho detto chiaramente all’azienda. Questo può essere messo agli atti. Non puoi dichiarare amore a una società e poi farle causa. Se Icardi fosse stato un leader, un capitano riconosciuto dai compagni, sarebbe andato nello spogliatoio e avrebbe detto ‘ragazzi, stringiamoci la mano, ripartiamo’. E alla moglie avrebbe detto ‘tu stai attenta, alla prossima puntata rettifichi’”.

Ad evitare il peggio, però, ci ha pensato il trasferimento di Icardi al Paris Saint Germain. Nonostante ciò, il conduttore ha speso parole dure nei confronti della coppia.

È assolutamente una sconfitta. Tutto il mondo – ha detto – sa che ha fatto causa alla sua società. Magari altre squadre lo avrebbero preso, ma non l’hanno fatto vista la complessità della situazione. In questi dieci mesi Icardi e Wanda Nara hanno perso. Nelle ultime ventiquattr’ore Wanda ha salvato il salvabile, ma non è una vittoria andare a fare la quarta punta al Psg. Ho cercato di trovare una soluzione positiva. Ho detto a Wanda che Napoli e Roma erano ambienti ideali per due persone che avevano passato dal punto di vista dell’immagine mesi catastrofici. Era una grande occasione, Icardi poteva sentirsi un re, invece è arrivato all’ultimo giorno di mercato come scommessa dopo aver fatto causa alla società per la quale diceva di tifare. Se questo è un trionfo, io sono magro.  Se l’avventura di Wanda a Tiki Taka proseguirà? Non lo so”.

Leggi anche: Grande Fratello 16, Ivana Icardi sul fratello Mauro: “Non lo vedo mai”.