Gemelle siamesi si possono guardare soltanto allo specchio ma stanno dando una lezione di vita a tutti

La storia di Nelly e Neev di Amsterdam.

La possibilità di dare alla luce una coppia di gemelli siamesi (ovvero quando due neonati hanno parti del corpo o organi interni in condivisione) è una su 200mila. Si tratta di un fenomeno più comune nelle bambine. Il tasso di sopravvivenza non è molto alto ma Nelly e Neev di Amsterdam sono state molto fortunate.

La storia è stata raccontata su Fabiosa.com.

Ora le due hanno 18 anni anche se, quando sono nate, i medici pensavano che sarebbero morte poco dopo. E, anche se fossero state in grado di sopravvivere, avrebbero vissuto fino a 10 anni e sarebbero state in condizioni di salute pessime.

Nelly e Neev hanno unite la parte posteriore della testa mentre la parte restante dei loro corpi è separata.

Le due ragazze possono vedersi soltanto con l’aiuto di uno specchio e, nel corso della loro vita, si sono adattate e compiono alcuni gesti quotidiani a turno, come il lavarsi i denti.

Ovviamente le due ragazze possono uscire soltanto insieme e devono sempre considerare e rispettare gli interessi e le capacità recipoci. Hanno anche una sorella maggiore che si prende cura di loro.

Nelly e Neev hanno deciso di sensibilizzare la società sulla vita dei gemelli siamesi e, per raggiungere quest’obiettivo, gestiscono un profilo su Instagram e uno su YouTube perché vogliono mostrare al mondo che non dovrebbero essere percepite soltanto come persone disabili ma anche attive ed energiche come chiunque altro.

Leggi anche: Filippo Magnini eroe, salva un bagnante in difficoltà.