Genitori: gli errori da evitare con i figli

Ecco quali sono gli errori più frequenti che i genitori fanno con i propri figli.

Fare il genitore è un mestiere difficile. Non solo perché quando arriva, il bebè non ha con sé il libretto di istruzioni e, quindi, ci vuole del tempo per capire che se piange in un modo è perché ha fame e se lo fa in un altro è perché ha male al pancino.

È difficile anche educarli quando cominciano a crescere, ad interagire, ad avere un loro pensiero. Noi genitori li vorremmo “a immagine e somiglianza” del nostro ideale di figlio. E si commettono alcuni errori.

Ecco quali sono i più diffusi, secondo la blogger Kari Kamparis.

L’errore più comune è quello di pretendere che i nostri figli stiano sempre con noi genitori. Questo, nei casi estremi, preclude ai ragazzi viaggi ed esperienze che saranno comunque formativi. E’ bene, dunque, recidere qual famoso cordone ombelicale.

Noi genitori crediamo che i nostri figli siano perfetti. Non è affatto così. Anche loro sbagliano e proteggerli dalle critiche non li farà crescere più sicuri e non permetterà loro di confrontarsi con gli altri.

Tanti genitori moderni credono che diventare il miglior amico del figlio sia la panacea di tutti i problemi. Non è così. I ragazzi hanno bisogno di figure di riferimento che sappiano guidarli e imporre anche regole.

E poi ci sono genitori che vivono solo in funzione dei propri pargoli trascurando se stessi (capita soprattutto alle mamme). Anche questo è sbagliatissimo. Perché avere del tempo per sé, per il partner, per gli amici e i propri hobby ci rende genitori più sereni perché appagati. E l’educazione dei figli ne trarrà giovamento.

Ricordate, cari genitori: a fare la differenza non è la quantità, ma la qualità del tempo che si trascorre con i figli.

Leggi anche: cosa succede nella ‘testa’ delle donne quando superano i 50 anni.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: