Genitori morti in pochi mesi, il cuore di Alice non regge al dolore

Una ragazza di 26 anni, Alice Signorini, è stata trovata morta nella sua casa di Legnago, in provincia di Verona.

La 26enne è stata uccisa da un infarto nel sonno.

La giovane, nel giro di due anni, aveva subito due tragedie: nel novembre del 2015 la morte del padre Paolo per un brutto male a 55 anni e nel dicembre dello scorso anno la stessa sorte è toccata alla madre, 49 anni.

Una doppia tragedia che ha colpito duramente Alice, di recente trasferitasi nella sua nuova casa in provincia di Verona da Bergantino (Rovigo).

A lanciare l’allarme sono stati gli amici di Alice perché non riuscivano da giorni a mettersi in contatto con lei. I Vigili del Fuoco sono intervenuti e hanno trovato il corpo senza vita della 26enne.

Alice si era fatta anche tatuare le scritte “mamma” e “papà” e aveva utilizzato lo scatto come foto copertina del suo profilo Facebook.

La doppia perdita, in pratica, è stata troppo forte per essere sopportata.

Su Facebook tanti messaggi di saluto e uno recita: “Finalmente potrai riabbracciare i tuoi genitori“.