Genitori uccidono brutalmente le figlie: “ma risorgeranno”

Orrore in India

Orrore in India. Ieri, martedì 26 novembre, è stata arrestata una coppia che ha ucciso le loro due figlie.

La coppia – il dr. V Purushotham Naidu e Padmaja – è stata stata sorpresa dalla polizia mentre si trovava ‘in trance’ vicino ai corpi delle figlie.

Padmaja, in particolare, cantava, ballava e gridava che il nuovo coronavirus non aveva avuto origine in Cina ma sarebbe stato creato dagli dei per purificare gli ‘elementi cattivi’ della società.

Quando la polizia ha portato la donna in ospedale per un test per il Covid-19, si è rifiutata di sottoporsi gridando che lei stessa è un nuovo coronavirus in forma umana e, quindi, non c’era bisogno di un tampone.

La coppia domenica scorsa, 24 gennaio, ha brutalmente assassinato le figlie Alekhya e Sai Divya (di 27 e 22 anni) durante un rito occulto.

Si è appreso che i genitori le hanno prese a colpi di spranga e poi ‘finite’ a coltellate. La coppia, dopo che si è presentata davanti al magistrato, è stata ricoverata nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Tirupati.

Durante l’interrogatorio marito e moglie hanno spiegato che delle voci gli avevano imposto di compiere il sacrificio umano ma che le vittime sarebbero poi certamente risorte.

LEGGI ANCHE: Coppia sorpresa durante un rapporto sulla spiaggia.