George Clooney contro le armi, la sua è una donazione super

Politically correct. George Clooney e consorte hanno fatto una donazione a sostegno della marcia che si terrà il prossimo 24 marzo per chiedere più controlli sulle armi da fuoco. Si parla di 500mila dollari.

La manifestazione si terrà a Washington e contemporaneamente in altre città al suono di ‘march for our lives’. È stata organizzata dagli studenti del liceo di Parkland (Florida) sopravvissuti alla strage del 14 febbraio.

Amal e io – ha fatto sapere Clooney – siamo così ispirati dal coraggio di questi giovani ragazzi e ragazze del liceo Stoneman Douglas. La nostra famiglia sarà presente il 24 marzo a fianco di questa generazione incredibile di giovani venuti da tutto il Paese e, in nome dei nostri figli Ella e Alexander, doniamo 500 mila dollari per aiutare a finanziare questo evento. Da ciò dipende la vita dei nostri figli”.

I Clooney hanno fatto da apripista. Altre star, seguendo il loro esempio, hanno deciso di mobilitarsi. La prima è stata la Regina della tv Oprah Winfrey che ha paragonato gli studenti di Parkland agli attivisti per i diritti civili che negli anni Sessanta protestarono contro la segregazione razziale. E poi si è impegnata a donare la stessa cifra dei Clooney.

Subito dopo Oprah è stata la volta di Steven Spielberg e della moglie Kate Capshaw che hanno deciso di donare alla causa altri 500mila dollari.