George Floyd: Derek Chauvin non era il solo a stargli di sopra (VIDEO)

Quanto accaduto all’uomo afroamericano in Minnesota è balzato alle cronache grazie a una serie di video che incastrava i responsabili.

George Floyd

Emergono nuovi inquietanti particolari sull’omicidio di George Floyd, l’uomo fermato dalla polizia il 25 maggio e vittima di quello che sembra proprio un abuso di potere finito nel peggiore dei modi. Sui social, nelle ultime ore, circola un video che mostrerebbe non solo Derek Chauvin, adesso in carcere con l’accusa di omicidio di terzo grado e colposo, con il ginocchio sul povero uomo afroamericano. A macchiarsi di un vile atto di razzismo sarebbero stati altri due colleghi.

Le proteste nate a seguito della morte di George Floyd

LEGGI ANCHE: George Floyd, nuovo video non mostra la resistenza all’arresto

Nel filmato, infatti, si vedono tre agenti inginocchiati sul corpo dell’uomo. Attraverso le riprese da un punto di vista diverso sono emersi dettagli non di poco conto. L’autopsia sul corpo d Floyd inoltre evidenzierebbe che la causa del decesso non è l’asfissia, come si supponeva. Adesso, le indagini dovranno chiarire le responsabilità di tutti gli ufficiali presenti al momento dei fatti.

Morte George Floyd, la moglie di Derek Chauvin chiede il divorzio

LEGGI ANCHE: Morte George Floyd, la moglie di Derek Chauvin chiede il divorzio

Intanto continuano le proteste per l’omicidio di George Floyd. La città di Minneapolis (ma non solo lei) ormai da tre giorni, è in rivolta e chiede giustizia per l’ennesima vittima di razzismo negli Stati Uniti. Non sono poche le tensioni registrate. A Detroit, durante i momenti alcuni scontri, è morto un uomo.

Secondo quanto diffuso dalle forze dell’ordine, l’uomo afroamericano protagonista di questa triste vicenda, sarebbe stato fermato per aver utilizzato una banconota contraffatta all’interno di un negozio.

Disarmato, è stato fatto scendere dalla propria auto e quello che è successo dopo, purtroppo, è noto a tutti. Secondo gli agenti, avrebbe opposto resistenza all’arresto, ma le immagini mostrerebbero tutt’altro.

I quattro agenti coinvolti sono stati tutti licenziati e Derek Chauvin, come già accennato, è in prigione. Lui e il collega Thao hanno precedenti di abuso di potere e uso eccessivo della violenza, gli altri due erano reclute alle prime armi e ancora in prova.

Secondo quanto riporta la Cnn, il nuovo documento estratto da alcuni file di videosorveglianza è stato girato prima di quello diffuso per primo e che mostra l’agente Chauvin in ginocchio sul collo di Floyd.

LEGGI ANCHE: Covid-19, è possibile evitare la seconda ondata?