Georgette Polizzi: la madre assassinata, la malattia e gli hater

La stilista si è raccontata a ‘Seconda vita’, la trasmissione di Gabriele Parpiglia su Real Time.

Razzismo, bullismo, abbandono. Dentro la vita, l’infanzia, la storia di Georgette ci sono quelle parole che nessuno di noi vorrebbe mai sentire, vorrebbe mai subire”. Con questa didascalia Gabriele Parpiglia presenta sul suo profilo instagram la nuova puntata di ‘Seconda vita’ che andrà in onda su ‘Real Time’ mercoledì 13 novembre alle ore 21.20.

Ospite del suo programma sarà Georgette Polizzi, la stilista salita agli onori della cronaca con la sua partecipazione a ‘Temptation Island’ nel 2016. Al giornalista, Georgette ha aperto il suo cuore e ha raccontato alcuni momenti della sua vita tutt’altro che facili. A partire dall’infanzia e dal rapporto con la madre e con un padre che lei ha sempre creduto essere morto.

Ho sempre creduto – ha rivelato – che mio papà fosse morto. Tre anni fa ho scoperto che lui c’è. Sapere che c’è un uomo che ha una figlia e non gliene importa niente… non è bello. Mia madre mi ha mentito per tutelarmi. Negli anni Ottanta una donna bianca, sola e con una bambina di colore non era ben vista. Lei ha cercato di costruire una favola che è diventata anche la mia verità”.

Ma la mamma ha potuto proteggerla per poco. Quando Georgette era ancora molto piccola, lei è morta: “Mia madre ha avuto una morte terribile, causata dal suo compagno. Per me è stato scioccante, c’era sangue in ogni dove” ha raccontato.

Poi la chiacchierata si è spostata sulla sua malattia, la sclerosi multipla diagnosticatale nel 2018.

Il mio corpo – ha raccontato – mi stava già abbandonando. Mi abbracciavano e non sentivo più che mi toccavano. Mi sono ammalata. In corridoio i medici parlavano, ho sentito la parola ‘Sla’, poi sono arrivati da me con una carrozzina. Ho pensato che volevo ammazzarmi, mi sentivo uno schifo”.

Fortunatamente la diagnosi finale non è stata Sclerosi Laterale Amiotrofica e, quindi oggi è tornata a camminare, ma dovrà curarsi per sempre. Come se non bastasse, però, Georgette ha dovuto fare i conti anche con gli haters.”C’è stata gente che ha scritto che era tutto inventato e finto – ha ricordato – e ho dovuto far vedere sui social la mia diagnosi, la cartella clinica con la diagnosi di sclerosi multipla“.

Leggi anche: Adrien, lo show di Adriano Celentano è di nuovo un flop.