Giancarlo Magalli e Adriana Volpe: è di nuovo scontro

Lo hanno fatto di nuovo. Giancarlo Magalli e Adriana Volpe sono tornati a punzecchiarsi. Questa volta lo hanno fatto dalle pagine del settimanale ‘Sono’ in una sorta di intervista doppia.

Il primo a parlare è stato il presentatore che ha spiegato che la Volpe non l’ha querelato per la frase scritta su facebook in cui affermava “Le donne si sentirebbero insultate se sapessero come fa Adriana Volpe a lavorare da 20 anni“. La denuncia, invece, è arrivata per una intervista rilasciata alla rivista ‘Chi’ in cui Magalli affermava di non aver mai parlato male di lei

Un assurdo totale – ha dichiarato – e non so nemmeno se ci sarà un’udienza. Probabilmente, il giudice archivierà, perché è una querela che non ha fondamento giuridico. E a quel punto valuterò io se querelarla per calunnia“.

Adriana Volpe, da parte sua, non le ha di certo mandate a dire.

Cerca di farmi passare per millantatrice – ha detto – perché a lui conviene così. Il fatto che con tono arrogante affermi che io dica ‘frescacce’, e lo ha fatto in più interviste, è una cosa gravissima. Certo che l’ho querelato, l’ho fatto per tutelare la mia dignità e quella delle donne che con sacrificio cercano di emergere nel mondo del lavoro. E per questo cammino a testa alta. Francamente non capisco come lui tuttora riesca ad alzare la cresta, con due procedimenti a carico. Mi sembra una persona che con gli anni appare inacidita, infelice“.

Infine ha spiegato di essere ricorsa alle vie legali per tutelare la figlia.

Ha sei anni e mezzo – ha spiegato – ma quando ne avrà dieci o forse prima si ritroverà a navigare sul web e si imbatterà in articoli contenenti le sue gravi dichiarazioni, mi farà delle domande e dovrò spiegarle perché un mio collega si è espresso in questo inaccettabile modo”.