Gianfranco D’Angelo respinto al funerale di Frizzi

Tra le persone che hanno voluto ricordare Fabrizio Frizzi sui social c’è anche Gianfranco D’Angelo, indimenticato volto di ‘Drive in’.

Il giorno della sua morte, il comico ha scritto su facebook: “Avevi una qualità rara nel mondo,l’educazione e la gentilezza. Entravi nelle case degli italiani come l’amico di tutti. Pacato, sorridente, rassicurante. Come mi dispiace! A Carlotta, alla tua bimba un abbraccio immenso. Con infinita tristezza ti dico: fai buon viaggio Fabrizio”.

Ma D’Angelo è tornato a scrivere di Frizzi in occasione del suo funerale, usando parole dure.
Quando un funerale diventa spettacolo e non ti viene permesso di entrare in Chiesa per salutare un Collega che ci lascia – ha scritto – allora consideri che si può essere vicini alle persone anche senza essere ripresi dalla TV: Mi hanno respinto dicendo che era una cerimonia ‘per pochi intimi’. No comment. Ciao Fabrizio, ti porterò sempre nel cuore”.

Quando un funerale diventa spettacolo e non ti viene permesso di entrare in Chiesa per salutare un Collega che ci…

Pubblicato da Gianfranco D'Angelo su Mercoledì 28 marzo 2018

Il comico, dunque, non ha potuto salutare l’amico per l’ultima volta. Non gli è stato permesso. Tuttavia il suo post ha sollevato un vespaio. Molti gli attestati di vicinanza, ma tante persone gli si sono scagliate contro. E lui ha risposto con un altro post non meno duro del precedente.

Non amo le polemiche – ha scritto il comico – specialmente in questo caso. Ma rispondo a chi non è d’accordo su quello che ho scritto. Quando qualcuno ti dice: non può entrare nessuno, solo i familiari, e poi, guardi che c’è la ripresa televisiva… e la ripresa televisiva, come la vogliamo chiamare? Comunque, ho espresso solo un piccolo dispiacere, rispetto a quello molto più grande di un mio Amico che non c’è più”.