Giappone, famoso studio di animazione in fiamme: 24 morti

È accaduto giovedì mattina. L’incendio è di natura dolosa. Arrestato il presunto piromane.

È di 24 morti e almeno 35 feriti il bilancio provvisorio dell’incendio appiccato negli studi della ‘Kyoto Animation’, famoso studio di produzione di anime e manga con sede a Kyoto in Giappone.

L’incendio sarebbe di natura dolosa e ad appiccarlo sarebbe stato un 41enne non ancora indentificato, ma che è stato già arrestato.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, un uomo giovedì mattina si sarebbe introdotto negli studios e al grido di “Andate all’inferno” avrebbe lanciato un liquido e appiccato l’incendio. Al momento della tragedia nell’edificio vi erano 70 persone. Alcune sono riuscite a mettersi in salvo, ma molte sono rimaste intrappolate nei locali dei tre piani della ‘Kyoto Animation’ fino a quando non sono state messe in salvo dai vigili del fuoco. È stato necessario l’intervento di decine di mezzi dei pompieri che sono riusciti a spegnere il rogo dopo alcune ore.

Il primo ministro del Giappone Shinzo Abe, ha commentato l’incendio con un tweet: “Terrificante, sono senza parole. Prego per le anime delle vittime. Desidero esprimere le mie condoglianze a tutti i feriti e augurare loro una pronta guarigione“.

La ‘Kyoto Animation’ è un pluripremiato studio di animazione fondato nel 1981 e conta ben 160 dipendenti. Tra le sue produzioni più famose figurano ‘La malinconia di Haruhi Suzumiya’, ‘Sound! Euphonium’, ‘Lucky Star’, ‘K-On!’ e ‘Haruhi Suzumiya’, ‘La forma della voce’ e ‘Violet Evergarden’.

Leggi anche: Notre Dame, la struttura è salva dopo l’incendio.