Gina Lollobrigida ricoverata in ospedale, ecco come sta

Gina Lollobrigida

Paura per Gina Lollobrigida.

L’attrice 91enne, a causa di una lieve emorragia dal naso, è stata ricoverata all’ospedale San Eugenio di Roma.

La Lollobrigida, soprannominata Lollo, era stata invitata ieri – domenica 17 settembre – come ospite della nuova Domenica IN di Mara Venier.

La conduttrice, rivolgendosi ai telespettatori, ha detto: “Gina Lollobrigida ha avuto un incidente in casa ed è ricoverata in ospedale. Non ho ancora capito bene cosa è successo, ma spero non sia nulla di grave“.

Sullo stato di salute dell’attrice ha lasciato una dichiarazione Andrea Piazzolla, l’imprenditore che da anni è il manager di una società appartenente alla diva.

Prima di uscire di casa ho visto che le usciva sangue dal naso – ha raccontato Piazzolla in collegamento telefonico con Domenica IN – e, sapendo che prende anticoagulanti, ho deciso di chiamare il suo medico curante. […] Ora (ieri, n.d.r.) Gina è al pronto soccorso, la fuoriuscita di sangue è stata fermata e la situazione è sotto controllo. Tutto a posto”, ha aggiunto.

Gina sta decisamente meglio e in giornata lascerà l’ospedale S. Eugenio di Roma”, ha detto Piazzolla.

Come si apprende da IlTempo.it, la Lollobrigida ha trascorso serenamente la notte in ospedale e ha già voglia di tornare a lavorare.

Inoltre, pare che sia confermata la presenza dell’attrice già domenica prossima dalla Venier.

Nello scorso maggio Gina Lollobrigida era stata ricoverata in ospedale ma per controlli periodici. L’attrice, infatti, si sottopone a un check up ogni sei mesi – un anno.

LOLLOBRIGIDA VIOLENTATA

Gina Lollobrigida, di recente, ha anche raccontato di essere stata violentata quando aveva 18 anni.

In un’intervista a Libero, rilasciata nel maggio scorso, ha detto: “Avevo conosciuto quell’affascinante calciatore – ha raccontato – quando ero ancora adolescente. Lui mi corteggiava ma venni a sapere che era fidanzato e così, per dignità, decisi di non vederlo più anche se provavo qualcosa per lui. Quando avevo 18 anni, però, lo incontrai di nuovo per caso, alla fermata dell’autobus dopo essere uscita da scuola, e lui mi invitò a una festa. Mi disse che i suoi amici sarebbero arrivati a breve, iniziò a farmi bere e da quel momento non ricordo più nulla di quella sera. Mi sono svegliata la mattina dopo, completamente nuda, sul suo letto. Rimasi frastornata per diversi giorni, solo in seguito realizzai che ero stata violentata, e all’epoca ero ancora vergine“.

La Lollobrigida, comunque, non denunciò la violenza.