Giorgio Tirabassi sottoposto a un’angioplastica: non è in pericolo di vita

L’attore è stato operato d’urgenza ed è ricoverato all’ospedale di Avezzano.

È stato operato d’urgenza e ora non è in pericolo di vita Giorgio Tirabassi, l’attore di 59 anni che ieri sera durante la presentazione del suo primo film da regista, Il grande salto, ha avuto un infarto.

Dopo un primo intervento del personale medico di Civitella Alfedena (borgo di 280 abitanti in provincia dell’Aquila, a 1.100 metri di altitudine nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo) l’attore (volto storico della fiction ‘Distretto di Polizia’ di Mediaset) è stato trasferito d’urgenza all’ospedale di Avezzano (L’Aquila), per essere sottoposto a un’angioplastica.

Secondo fonti mediche, le condizioni di Tirabassi sono stazionarie.

Sui social media molti i messaggi rivolti all’artista romano. La società di produzione televisiva e cinematografica Taoude ha inviato un tweet: «Forza Giorgio siamo al tuo fianco» e poi tanti altri condivisi dai suoi fan che lo invitano a non mollare.

Si è appreso che l’attore e regista è cosciente e al telefono ha cercato di rassicurare tutti, scusandosi anche con il pubblico che aveva riempito il Centro Congressi per incontrarlo.

Si attende il bollettino medico per capire quale siano state le conseguenze dell’infarto che lo ha colpito.

INFARTO

L’infarto è la principale causa di morte nei Paesi occidentali. Colpisce il miocardio (il tessuto muscolare cardiaco) a causa della mancanza di afflusso di sangue e, quindi, di ossigeno.

La causa principale dell’infarto di questo mancato afflusso è l’occlusione parziale o totale delle arterie coronarie, ovvero i vasi che nutrono il muscolo cardiaco.

Ciò avviene a causa dell’aterosclerosi che è una malattia che determina la perdita di elasticità e l’ostruzione delle arterie coronarie. Le parone maggiormente predisposte all’aterosclerosi sono quelle con pressione alta, elevati livelli di colesterolo nel sangue, diabete, ma anche fumatori e chi soffre di obesità, chi fa vita sedentaria, chi abusa di alcol e chi è particolarmente stressato.

Leggi anche: Carlo Verdone farmacista per un giorno: “Ho risolto anche un caso”.